MAFIE E IMPEGNO SOCIALE

MAFIE E IMPEGNO SOCIALE

La Cooperativa sociale Valle del Marro è nata nel 2005, quando un gruppo di giovani decide di ribellarsi alla mentalità diffusa di un territorio fortemente permeato dalle mafie, a partire dalla famiglia, nell’associazionismo, nel cortile dell’oratorio. Successivamente, cogliendo l’opportunità offerta dalla legge 109/96 e da un progetto di Libera, nel dicembre del 2004, danno vita alla cooperativa Valle del Marro – Libera Terra, per la gestione dei terreni agricoli confiscati alla ‘ndrangheta nella Piana di Gioia Tauro.
 Nonostante le ritorsioni della mafia, i sabotaggi, i furti, i giovani della Valle del Marro continuano a portare avanti il loro progetto economico, etico e sociale, coltivando prodotti biologici e contribuendo allo sviluppo di un modello di agricoltura sociale che genera lavoro etico e un sistema economico virtuoso basato sui principi della legalità.
La cooperativa Valle del Marro Libera Terra da anni coltiva nella Piana di Gioia Tauro i terreni confiscati alla ‘ndrangheta. Nel video la storia del loro impegno e del loro coraggio.
 
SCHEDA DI DETTAGLIO DEL PERCORSO EDUCATIVO
 
Partendo dal concetto di legalità, si mette in evidenza come questo sia alla base della convivenza civile e della tutela dei diritti. Legalità intesa come lotta alla criminalità a stampo mafioso che con ogni mezzo cerca di sostituirsi, con le proprie regole, all’ordine costituito. Si cercherà di mettere in evidenza come le mafie riescono a condizionare la vita di tutti, trasformando i diritti, tutelati dalla Costituzione, in favori elargiti a pochi. Si fa emergere la necessità di contrastare tali organizzazioni e come ogni cittadino possa fare la differenza, scegliendo di stare dalla parte della legalità.

Il progetto si propone di:

  • imparare a leggere la legalità in una doppia ottica, sia come strumento che argina la criminalità organizzata ma anche come strumento di coesione sociale;
  • far emergere le peculiarità del fenomeno mafioso;
  • prendere consapevolezza di quelle che sono le risposte dello stato e della società civile per contrastare il fenomeno mafioso.
  •  

Dedicato  a tutte le classi della scuola secondaria di secondo grado.

Durata: un incontro di due ore in classe.

PRODOTTI E PRODUTTORI

PRODOTTI E PRODUTTORI

L’azienda agricola Roberto Doni coltiva da anni pomodori nella Val di Cornia, tra Piombino e Follonica.Ogni giorno Roberto con i suoi figli e i suoi collaboratori si prende cura delle piante perché crescano belle e sane e diano i frutti della migliore qualità.Coltiva i suoi pomodori in serra per proteggerli dalle bizze del meteo, dai cambiamenti climatici, e dall’attacco degli insetti, e avere così ogni anno un raccolto certo e di qualità.
Questo video è un esempio scelto per raccontare le filiere, una delle “parole chiave” in cui si articola il percorso educativo sul tema del Consumo Consapevole di Unicoop Firenze per le scuole.


SCHEDA DI DETTAGLIO DEL PERCORSO EDUCATIVO

Con la classe si va alla scoperta della filiera agroalimentare di alcuni prodotti conosciuti dai bambini e dalle bambine e si scoprono alcuni dei passaggi che il cibo compie per arrivare sulle nostre tavole. Conoscere tutto ciò serve a fare scelte più attente, e a prendere consapevolezza sul fatto che ogni scelta ha degli effetti sulle persone e sull’ambiente.

Il progetto di propone di:

  • scoprire il significato di filiera;
  • conoscere la storia di due prodotti alimentari;
  • promuovere comportamenti responsabili verso l’ambiente e la nostra salute.

Dedicato a tutte le classi della scuola primaria.

Durata: un incontro di due ore in classe.

 
NATURA E BENI COMUNI

NATURA E BENI COMUNI

“La Terra non è infinita e se noi preleviamo risorse naturali più di quanto la natura le rigeneri, restituendole rifiuti tossici che si accumulano nell’ambiente e gas a effetto serra che cambiano il clima, facciamo un po’ come se in un conto in banca i prelievi fossero maggiori dei versamenti, peraltro effettuati in moneta falsa”.Così il climatologo Luca Mercalli ci spiega l’importanza di prenderci cura della nostra Terra e delle sue risorse.
Questo è uno dei video scelti per introdurre il tema Ambiente, una delle tematiche dei percorsi di cittadinanza consapevole proposti da Unicoop Firenze per le scuole.

SCHEDA DI DETTAGLIO DEL PERCORSO EDUCATIVO

Ogni giorno con i nostri consumi e le nostre scelte mettiamo a dura prova la tutela dell’acqua , un bene prezioso a cui tutti gli abitanti del Pianeta devono avere accesso. Con la classe si scopre come questa risorsa indispensabile e rinnovabile sia al tempo stesso esauribile. Si pone l’attenzione sui consumi diretti e su quelli indiretti per riflettere sui comportamenti da mettere in atto per prendersi cura e tutelare l’acqua, bene comune.

Il progetto si propone di:

  • riflettere sul ruolo e l’importanza dell’acqua;
  • fare emergere comportamenti virtuosi e di tutela di ciò che ci circonda.

Dedicato a tutte le classi della scuola secondaria di primo grado.

Durata: un incontro di due ore in classe.