Rifiuti e impatto ambientale

Dal 16 luglio 2020 sulle rive dell’Arno, sotto il Ponte Vecchio, è installato un Seabin, un “cestino mangia rifiuti” in grado di ridurre la presenza di plastica nelle acque. Il dispositivo è in grado di raccogliere in un anno in media oltre 500 kg di rifiuti plastici comprese le micro-plastiche e le microfibre. È la prima tappa della nuova campagna di Coop per l’ambiente ” Una buona spesa può salvare le nostre acque”, in collaborazione con LifeGate. In tutto a fine estate 2021 saranno 25 i Seabin installati in tutta Italia. Quello di Ponte Vecchio è stato il primo ad essere installato.
Questo è uno dei video scelti per parlare di Sostenibilità, una delle “parole chiave” all’interno del tema Consumo Consapevole delle proposte educative di Unicoop Firenze.

SCHEDA DI DETTAGLIO DEL PERCORSO EDUCATIVO

Con la classe si affronta il tema dei rifiuti, in particolare quelli plastici, analizzandone gli effetti negativi sulla Terra. Ciò che acquistiamo e consumiamo ha una sua storia, caratterizzata da un notevole impiego di risorse, di lavoro, di energia: la produzione degli oggetti ha quindi delle conseguenze sociali, economiche ed ambientali. Diventa allora importante riflettere sia su come ridurre la produzione di rifiuti sia sul valore a tutto tondo del rifiuto-risorsa per promuovere atteggiamenti responsabili nei confronti dell’ambiente.

Il progetto si propone di:

  • riflettere sulla differenza tra economia lineare e circolare;
  • far emergere l’impatto che i rifiuti hanno sul Pianeta;
  • far prendere consapevolezza dell’impatto che le scelte e i diversi stili di vita hanno sull’ambiente.

Dedicato a tutte le classi della scuola secondaria di primo grado

Durata: un incontro di due ore in classe.

coopfirenze
Author: coopfirenze

Sei un insegnante
e vuoi iniziare
un percorso nella tua scuola?

Scopri altro